A Giannella

“Al tuo passaggio

vorrei che tu mi raccogliessi,

come un respiro profondo

raccoglie un granello di sabbia

o una lingua guizzante di fumo.

Vorrei precipitare in te,

diventare una scheggia delle tue ossa

una fibra della tua carne

una goccia del tuo sangue.

Vorrei vivere in te

e aver cara la morte

se in te potrò morire

quando l’onda estrema del tuo respiro

scivolerà su di me

come una carezza di addio”.

Federico Bernardini

Illustrazione: “Filemone e Bauci” (Alba Faggioli)

Annunci