“Che la Chiesa si liberi dei preti indegni: quelli che danno scandalo con la corruzione dei loro costumi e quelli che vorrebbero trasformarla in un centro sociale, nel quale tutti tranne che Cristo abbiano libero accesso, sostituendo i suoi sacri e inviolabili simboli con le bandiere rosse e con quelle sataniche della Società Teosofica, sostituendo il Vangelo col Manifesto del Partito Comunista o con i testi dei cantautori. Sono questi i preti che piacciono ai nemici della Chiesa, a quelli che vorrebbero distruggerla, facendone una sorta di ONG sinistrorsa e atea retta da utili idioti.

La mia Fede è ridotta al lumicino e grandi sono le colpe che io rimprovero alla Chiesa, ma in faccia a costoro io grido il mio disperato VIVA CRISTO RE!”

“Le nozze Gay sono una conquista di civiltà, il primo passo che ci porterà a correggere gli errori della Natura e a dar soddisfazione alle nostre più legittime aspirazioni.

Mi auguro di poter vivere così a lungo da poter coronare il mio sogno di sposare un pinguino e adottare un criceto.

Seguiamo l’esempio dell’Iran e dell’India, vessilliferi dei diritti civili, dove la legittima aspirazione a sposare una bambina di nove anni o una scimmia può essere coronata, a dispetto degli empi che in Occidente si attardano a imporre le storture della Natura”.

Il 25 maggio 1887 nasceva San Pio da Pietrelcina, al secolo Francesco Forgione.

Questo il giudizio di Agostino Gemelli:

” Uno psicopatico ignorante e che indulgeva in automutilazione e si procurava artificialmente le stigmate allo scopo di sfruttare la credulità della gente”.

Questo il giudizio di Luigi Cancrini:

“Una diagnosi psichiatrica relativa al caso padre Pio non è difficile da proporre. Osservando longitudinalmente, il disturbo di cui ha sofferto padre Pio è, secondo il Dsm IV (manuale diagnostico preparato dall’Associazione degli psichiatrici americani e oggi largamente utilizzato anche in Italia e in Europa), un disturbo istrionico della personalità. Osservato trasversalmente, nelle sue manifestazioni sintomatiche più evidenti, il suo è un disturbo di trance dissociativa. I criteri di ricerca per il disturbo di trance dissociativa sono di ordine sintomatico e culturale”.

Foto: Nel 2004, L'Organizzazione Mondiale della Sanità abbassa i valori al di sopra dei quali colesterolemia,  glicemia e pressione arteriosa sono da considerarsi patologici. In tal modo, oltre duecento milioni di falsi malati vengono dati in pasto alle Big Farm, le cinque case farmaceutiche più potenti del mondo (Pfizer, Bristol-Myers Squibb, Glaxo Smith Kline, Sanofi-Aventis, Novartis) che detengono i brevetti delle specialità con cui, grazie alla zelante collaborazione della classe medica, questi falsi malati dovranno curarsi per tutta la vita.

“Nel 2004, L’Organizzazione Mondiale della Sanità abbassa i valori al di sopra dei quali colesterolemia, glicemia e pressione arteriosa sono da considerarsi patologici. In tal modo, oltre duecento milioni di falsi malati vengono dati in pasto alle Big Farm, le cinque case farmaceutiche più potenti del mondo (Pfizer, Bristol-Myers Squibb, Glaxo Smith Kline, Sanofi-Aventis, Novartis) che detengono i brevetti delle specialità con cui, grazie alla zelante collaborazione della classe medica, questi falsi malati dovranno curarsi per tutta la vita”.

Federico Bernardini

Illustrazioni tratte da Google Immagini

Annunci