Immagine

Ho esitato a lungo prima di ricorrere all’uso delle emoticon e ancora, pur facendone a volte abuso, continuo ad avere riserve sul loro utilizzo.

Ma oggi, di fronte al rivoltante spettacolo messo in scena dalla classe politica, non trovo parole adeguate ad esprimere i miei pensieri e i miei sentimenti, assai più efficacemente espressi dall’immagine che sto commentando.

Almeno un insegnamento dovremmo trarre da questa rivoltante vicenda: saper valutare l’attendibilità dei nostri politici quando, a qualunque proposito, affermino “Io ho fatto o io farò”.

A chi si rallegra della sopravvivenza di un governo il cui scopo è quello di privare il nostro Paese della sua sovranità, per darlo in pasto agli incappucciati che stanno divorando il mondo foglia dopo foglia, come un carciofo, io auguro di ravvedersi, non facendo appello alla sua ragione o ai suoi sentimenti, ma semplicemente al primordiale istinto di conservazione.

Ai due eroi della giornata: Enrico Letta, fresco di studi bilderberghiani, e Silvio Berlusconi, in procinto di essere tradotto in carcere, i quali hanno dichiarato di aver trascorso una notte insonne, nel tentativo di restituire alla vita l’aborto che prende il nome di Governo della Repubblica, io auguro un riposo lungo, lunghissimo… eterno.

Federico Bernardini  

 

 

 

 

 

Annunci