Image

“Tu sei me, dolce Euridice,

io son te, mio amato bene.

Sei la vita, sei la luce

ed io l’ombra

e già contemplo

dell’Ade tenebroso

gli asfodeli.

A risvegliarmi col tuo canto

sei venuta

ed io ti seguo,

ma non voltarti, amore,

non guardarmi,

perché una volta ancora

io morirei.

 

(Federico Bernardini)

Illustrazione tratta da Google immagini

 

Annunci