“priere sorya” István Sándorfi

“Occhi che frugano
il tempo passato
su mani stanche
su viso istoriato.
Bevo profumo
il tuo
Assorbo suoni
i nostri
Tremo e temo
frugare
essere frugata
bere ed esser bevuta
Sorda rimango.
in silenzio”

Illustrazione tratta da Google immagini

“Sul ramo
dell’albero
è rimasta solo una piuma
Il temporale ha scacciato la tortora
Già dormiva col primo buio
Dormivo in silenzio
Sono rimasti
appesi
il pensiero per te
il sapore buono delle parole
uscite
finalmente
nel buio
Nemmeno la notte
li ha scacciati”

Sonia Maioli

Annunci