Opera di Gelsomina De Maio

“Cose consuete,
brezza del mare nella notte
Sale umido sulla pelle
Dormire sicura, protetta
lo sguardo
vigile
mi accarezza
Quiete nel calore conosciuto.
Corpo mille volte percorso
con calde dita
Venga il sogno,
sarà condiviso

“Luci di richiamo
colori sfavillanti
oggetti in bella mostra
A volte labbra colorate
occhi dipinti
pelle di seta
Luci sfavilanti
Vetrina
Dentro la verità
forte, triste
chiusa in scatole colorate
Luci che ti attraggono
fidati
puoi guardare cosa c’è
nel chiarore riflesso di specchi
in scatole con fiori
Concrete immagini”

Sonia Maioli

Annunci