Bussana Vecchia è un borgo collinare di Sanremo, distrutto da un terremoto il 23 febbraio del 1887. Gli abitanti superstiti si trasferirono a valle, dove sorse Bussana Nuova, e fino agli anni cinquanta (ormai bisogna dire del Novecento… non mi ci abituerò mai) il borgo rimase totalmente abbandonato.

Fu allora che alcuni artisti, attratti dal fascino di quelle rovine, cominciarono a interessarsene, restaurando alcuni edifici in parte risparmiati dalla furia del terremoto, ed oggi Bussana, che rivive grazie all’arte, ospita una nutrita colonia di artisti, pittori, scultori, ma anche scrittori e musicisti.

Artisti e artigiani aprono i loro atelier e le loro botteghe, che spesso sono anche la loro casa, ai visitatori, che senza intermediazioni mercantili possono acquistare direttamente dagli autori le opere esposte (non è obbligatorio =D).

E dopo aver nutrito lo spirito si può concludere la visita al borgo in uno dei ristoranti che propongono i piatti tipici della cucina ligure.

Ho avuto, molti anni fa, il piacere di visitarla, quando ancora non era stata fatta oggetto di speculazioni turistiche e vi si potevano trovare solo artisti… ho visitato alcuni studi e alcune botteghe e camminato tra le rovine, dalle quali si sprigionava un malinconico fascino che ancora mi commuove… soprattutto la mia parte ligure.

Al termine della visita, però, andai a San Romolo, a gustare le fettuccine coi funghi porcini. La sera, naturalmente, al Casinò… dal quale uscivo sempre, sentendomi affratellato a Bussana, in rovina.

Alcuni degli edifici restaurati, come si vede nell’immagine, sono stati decorati anche all’esterno dagli artisti che li abitano.

Federico Bernardini

Annunci