King_C._Gillette

Il 5 gennaio del 1855 nasceva a Fond du Lac, Wisconsin, King Camp Gillette, inventore del rasoio di sicurezza, cui va l’eterna riconoscenza del genere maschile.

Nel suo racconto “La Sirena” (Lighea), Giuseppe Tomasi di Lampedusa lo cita, con un misto di ammirazione e sarcasmo.

Protagonista del racconto è il giovane giornalista di belle speranze Paolo Corbera di Salina che in un caffè di Torino, alla fine degli anni ’30, incontra l’anziano e illustre filologo Rosario la Ciura; un incontro che fa dire a Paolo, io narrante del racconto:

“… E’ inutile negarlo: noi Italiani, figli (o padri) di primo letto del Rinascimento, stimiamo il Grande Umanista superiore a qualsiasi altro essere umano. La possibilità di trovarmi adesso in quotidiana prossimità del più alto rappresentante di questa sapienza delicata, quasi necromantica e poco redditizia, mi lusingava e turbava; provavo le medesime sensazioni di un giovane statunitense che venga presentato al signor Gillette; timore, rispetto e una forma particolare di non ignobile invidia.”

Il racconto, scritto nel 1956-1957 e pubblicato postumo nel 1961 dal lungimirante Feltrinelli, pare distante anni luce dalla mentalità contemporanea e dimostra, oltre a quanto voleva affermare il Lampedusa e cioè come fosse differente la scala di valori tra noi e gli abitanti del Nuovo Mondo, che oggi si sale e si scende tutti per la stessa scala… e non quella che fu nostra, ahinoi!

5550851

Federico Bernardini

Annunci