Foto di Vassili Tangoulis

“Parole come funi
come catene
legano
tengono fermi
Parole dette e lette
Cogliere il suono
sentire corde che vibrano
Sembra amore
Forse lo è
ma solo per te
Le mani stringi a te
tengono solo il tuo cuore
Giri, giri, giri
Ti sei già ritrovato”

“Effimera, povera,
simbolo di caducità
immediata
Eppure per lei
dall’alba al tramonto
la vita è piena, completa
Nasce, ama,
condivide acqua e cibo
Vede l’abbozzo della progenie
Il sogno che dura una vita
una vita di sogno
Il sole del mare
illumina i capelli
un fiore bianco di ibisco
profuma, caldo di pelle e di sole
Lascia che nasca
il sorriso
accompagnato da musica gitana
Nelle mani il pane e il sale
da dividere, saggiare
l’acqua di fonte, fresca
alle tempie febbricitanti.
Non il quanto
ma il come”

Sonia Maioli

Advertisements